DECRETO LEGGE CURA ITALIA

Fino al 15 giugno per i Clienti che hanno usufruito delle misure previste dalla Legge di Bilancio che modifica il decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, così detto "Decreto Cura Italia" in vigore dal 17 marzo 2020, sarà possibile richiedere la proroga fino al 31 dicembre 2021 delle seguenti misure: 

  • Non revocabilità degli affidamenti
    Le aperture di credito a revoca e i prestiti per anticipi su crediti, esistenti al 29 febbraio 2020, o, se successivi, alla data di pubblicazione del decreto Cura Italia, 17 marzo 2020, non potranno essere revocati, in tutto o in parte, fino al 31 Dicembre 2021, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata. 
     
  • Proroga delle scadenze prestiti non rateali
    I prestiti non rateali, con scadenza prima del 30 settembre 2020, con proroghe fino al 30 giugno 2021, possono essere ulteriormente prorogati fino al 31 Dicembre 2021 alle stesse condizioni, unitamente ai rispettivi elementi accessori.

    Modalità di accesso
    Il Cliente potrà avanzare la richiesta di proroga contattando la Succursale o il Commerciale di riferimento.
     
  • Proroga della sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti
    Per i mutui, i finanziamenti rateali, attualmente sospesi per l'intera rata o solo per la quota capitale, è possibile richiedere senza maggiori oneri la proroga della sospensione del pagamento per la sola quota capitale per le rate in scadenza dall'1 luglio al 31 dicembre 2021. Nel periodo di sospensione della sola quota capitale sono dovute rate di soli interessi, al tasso contrattuale e alle scadenze originarie previste, calcolate sul debito residuo in essere all'atto della sospensione, per il periodo complessivo della sospensione stessa.

    Modalità di accesso
    I Clienti aventi funzioni dispositive su Sella.it potranno avanzare la richiesta di proroga tramite il proprio Internet Banking, selezionando la voce "Mutui e finanziamenti"» "Proroga  sospensione rate".
    Chi non disponesse dell'accesso tramite funzioni dispositive potrà contattare la Succursale, il Commerciale di riferimento oppure inviare il seguente modulo all'indirizzo PEC bse_crediti@pec.sella.it

    La Succursale o il Commerciale di riferimento restano a disposizione dei Clienti per eventuali chiarimenti. 


 

Esempio di calcolo degli interessi aggiuntivi a seguito di sospensione di un mutuo di originari 100.000 euro da rimborsare in 60 rate mensili al tasso del 5% fisso.

 

FINANZIAMENTO ORIGINARIO

Importo nr. Rate totali Importo rata Interessi totali
100.000,00 euro 60 1.887,13 euro 13.227,80 euro
      13.227,80 euro

 

SOSPENSIONE PER 6 MESI QUOTA CAPITALE E QUOTA INTERESSI DOPO IL PAGAMENTO DELLA 1° RATA

nr. Rate ante sospensione nr. Rate post sospensione Importo rata Interessi totali
1   1.887,13 euro 416,66 euro
  6 410,53 euro 2.463,18
  59 1.887,13 euro 12.811,14 euro
    totale interessi 15.274,32 euro
    maggiori interessi da sospensione 2.463,18 euro

 

TEMPI MASSIMI DI RISPOSTA


La Banca prende immediatamente in carico la richiesta e si impegna a evaderla entro 15 giorni di calendario a condizione che la documentazione esibita sia completa.


Se vuoi avere maggiori informazioni consulta le faq del Ministero dell'Economia e delle Finanze.