PIR - Piani individuali di risparmio

Due linee di piani individuali di risparmio per investire nelle piccole e medie imprese italiane, anche con piccole somme

La soluzione ideale per chi vuole investire a medio e lungo termine nell'economia reale, beneficiando di vantaggi e agevolazioni fiscali.
Due possibili linee tra cui scegliere

Fondo azionario e fondo bilanciato (azionario e obbligazionario)

Accesso anche con piccoli importi

Investimenti a partire da 500 euro con PIC (Piano di investimento di capitale), 50 euro con PAC (Piano di accumulo di capitale) e fino a 30.000 euro

Investi nell'economia reale

Su piccole e medie imprese italiane

Agevolazioni fiscali

Se conservi nel tuo portafoglio le quote di PIR per almeno 5 anni potrai beneficiare dell'esenzione totale delle imposte sul capital gain.

Calcolo della fiscalità in capo alla SGR

Il calcolo della fiscalità viene gestito direttamente da Sella SGR, non ti dovrai preoccupare di nulla.

Esente da imposta successione

Un'offerta pensata anche per chi ha esigenze di pianificazione successoria: i risparmi investiti nei PIR entrano infatti nell'asse ereditario senza che siano soggetti alle imposte di successione, tutelando così gli eredi.

Soluzioni
Fondo Categoria Assogestioni Termometro del Rischio
Investimenti Bilanciati Italia (PIR) Bilanciati Obbligazionari

Investimenti Azionari Italia (PIR) Azionari Italia

Bond Corporate Italia (PIR) Obbligazionari Euro Corporate Invest

Domande frequenti

Il PIR investe principalmente in piccole e medie imprese italiane.

Il portafoglio è investito per almeno il 70% in strumenti finanziari emessi da società italiane o estere con stabile organizzazione in Italia, con esclusione di imprese del settore immobiliare.

Almeno il 17,5% del valore complessivo del fondo è investito in strumenti finanziari di imprese diverse da quelle comprese nell'indice FTSE MIB o indici equivalenti di altri mercati regolamentati, e almeno il 3,5% in strumenti finanziari che non sono compresi né nell'indice FTSE MIB né nel FTSE MID.

I limiti di investimento indicati devono essere rispettati, in ciascun anno solare, per almeno i due terzi dell'anno stesso.

Ogni persona fisica con residenza fiscale in Italia può essere titolare di un solo PIR, con un importo massimo di 30mila euro all'anno ed entro un limite complessivo di 150mila euro in 5 anni.

I Piani Individuali di Risparmio (PIR) sono la forma di investimento introdotta dalla legge 11/12/2016 e successive modifiche, con l'obiettivo di far confluire il risparmio delle Famiglie verso le piccole e medie imprese italiane, e consentono, nel rispetto dei requisiti previsti dalla norma, di ottenere importanti agevolazioni fiscali.

  • Esenzione dall'imposta sui rendimenti e sulle plusvalenze (purché ogni investimento annuo sia detenuto per almeno 5 anni).
  • Esenzione dall'imposta di successione.