Clicca qui per tornare alla Home Page

Accedi ai servizi on line

 
 
Hai appena ricevuto i codici? Attivali ora!

Logo Banca Sella

Comunicato stampa

Al via aumento di capitale di Banca Sella

Banca Sella lancia un aumento di capitale per continuare a crescere e rafforzare il proprio modello di business, investendo nell'innovazione digitale, sull'integrazione dei canali fisici e virtuali e sullo sviluppo dei suoi tradizionali servizi d'eccellenza come il private banking, i sistemi di pagamento e l'e-commerce, in cui detiene quote di mercato rilevanti.

Il Consiglio d'Amministrazione della banca, infatti, ha approvato un aumento di capitale già autorizzato da Banca d'Italia e Consob, per un importo massimo di 120 milioni di euro, mediante l'emissione di azioni ordinarie al prezzo di 1,14 euro ciascuna, offerte agli azionisti e al pubblico. L'operazione, che riguarda la principale società del Gruppo Banca Sella, una delle maggiori e più antiche realtà private e indipendenti del settore bancario italiano, si svolgerà dal 5 ottobre al 15 dicembre.

Gli obiettivi
L'operazione consentirà alla banca di rafforzare ulteriormente i coefficienti patrimoniali già in linea con gli standard richiesti nel nuovo quadro europeo (il Cet1 era pari all'11,13% al 30 giugno 2015, in aumento rispetto al 10,81% del 31 dicembre 2014, con una posizione di liquidità tra le migliori del settore bancario italiano), e soprattutto di destinare ulteriori risorse agli investimenti previsti dal piano industriale, volto a cogliere grazie alle proprie peculiarità le opportunità di uno scenario in forte evoluzione, che sta comportando cambiamenti nei modelli economici, di business e di impresa.

L'aumento di capitale modificherà l'assetto societario della banca, ampliando la quota non riconducibile a Banca Sella Holding (capogruppo del Gruppo Banca Sella) dall'attuale 7,56% fino a un massimo del 22,12%, ma senza modificare la governance e il tradizionale profilo di rischio prudente, che ha storicamente garantito una crescita continua, duratura e sostenibile.

La storia
Banca Sella è stata fondata a Biella il 23 agosto 1886 da Gaudenzio Sella, discendente di una famiglia di imprenditori fin dal Cinquecento, protagonisti dell'avvio della rivoluzione industriale italiana. All'inizio del Novecento la banca ha cominciato a espandersi fuori dai confini locali, raggiungendo una dimensione nazionale a partire dagli anni Novanta, quando è nato il Gruppo Banca Sella. Il Gruppo, presieduto da Maurizio Sella e guidato dal Ceo Pietro Sella, attualmente conta oltre 4.000 dipendenti e una ventina di società che offrono un'ampia gamma di prodotti e servizi bancari e finanziari. Banca Sella, guidata dal Ceo Claudio Musiari, è la più grande società del Gruppo ed ha 293 succursali e quasi tre mila dipendenti.

Oltre ai tradizionali valori di fiducia, prudenza, professionalità e attenzione per il cliente, la storia di Banca Sella è stata sempre caratterizzata dalla propensione all'innovazione. Dopo la creazione del primo centro meccanografico e l'introduzione dei primi computer negli anni '50 e '60, negli anni successivi Banca Sella è stata tra le prime a investire nella gestione dei patrimoni e a offrire fondi d'investimento ai risparmiatori. Dagli anni '90, infine, è stata pioniere su internet, avviando il primo servizio di internet banking, facendo le prime operazioni di e-commerce e trading on line, fino alla sperimentazione in questi ultimi anni delle prime app per il mobile banking, del primo servizio di home banking su Facebook e dell'innovativa soluzione di light banking e moneta virtuale Hype.

Le caratteristiche dell'aumento di capitale
L'aumento di capitale lanciato da Banca Sella sarà fino a un massimo di 120 milioni di euro. L'offerta in opzione agli azionisti e quella al pubblico prevedono l'emissione di 105.263.158 azioni al prezzo di 1,14 euro ciascuna, di cui 0,50 euro di valore nominale e 0,64 euro a titolo di sovrapprezzo. Il rapporto tra il valore delle azioni e il patrimonio netto della banca al 31 dicembre 2014 è pari all'1,04%.

Le azioni saranno offerte in opzione agli azionisti della banca secondo il rapporto di circa 0,187 nuove azioni per ogni azione posseduta all'inizio del periodo di offerta, mentre nell'ambito dell'offerta al pubblico le sottoscrizioni potranno essere accolte per un taglio minimo di 9000 azioni, pari a 10.260 euro, e successivi multipli di un'azione. Per dipendenti, pensionati e collaboratori stabili della banca le sottoscrizioni potranno essere accolte per un taglio minimo sottoscrivibile pari a 900 azioni e successivi multipli di una azione. Non è previsto un ammontare massimo sottoscrivibile.

Nell'ambito dell'operazione di aumento di capitale saranno attribuite gratuitamente ai soci azioni nella misura di una azione gratuita ogni 20 detenute, qualora i sottoscrittori le mantengano, senza soluzione di continuità, per almeno  5 anni dopo la data di assegnazione delle azioni.

Al fine di assicurare la stabilità del controllo e la continuità del tradizionale stile di gestione prudente, le azioni di nuova emissione saranno ordinarie a voto singolo, mentre quelle degli attuali soci diventano a voto plurimo (ogni azione dà diritto a esprimere tre voti).

Le azioni potranno essere sottoscritte presso Banca Sella e Banca Patrimoni Sella & C., la banca private del Gruppo Banca Sella; relativamente alla negoziabilità sul mercato secondario, sarà presentata domanda di ammissione al segmento "azionario" del sistema multilaterale di negoziazione Hi-MTF order driven gestito da Hi-MTF SIM.

Biella, 5 ottobre 2015

RELAZIONI CON I MEDIA - GRUPPO BANCA SELLA – TEL 015/3501030

 

Questa pagina contiene un testo rivolto esclusivamente ai giornalisti. Ricordiamo che per avere più complete informazioni contrattuali è necessario fare riferimento ai fogli informativi pubblicati sulla sezione Trasparenza del presente sito internet o reperibili presso le succursali della Banca.